# partenza n.99

Oggi è solo un corso d’acqua che passa in mezzo alle case, una pista per passeggiare e per andare in bicicletta, un arredo urbano che attraversa in diagonale la città dopo avere perso il suo istinto selvaggio.

Fiancheggiato da strade piene di automobili, un animale in gabbia di cui si è persa storia e identità. Ma un canale prima o poi rialza la testa pieno di orgoglio e di tenacia. Tenace era quell’uomo che tutti i giorni attraversava il ponte con la sua bicicletta e pedalava per chilometri da casa alla fabbrica con la giacca pesante e i pantaloni tenuti dalla molletta per non sporcarsi col grasso della catena.

Era un tempo di uomini dalle salde convinzioni che non volevano piegare la testa. Ma una sera di profonda tristezza non riuscì a superare il ponte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...