# partenza n.84

Ci sono dei fili d’erba in questo rettilineo di cemento che non ha inizio e forse neanche una fine. Ci sono vie di fuga laterali, alcune scendono scavate sotto le case per finire chissà dove. Ci sono vicoli che corrono verso cancelli arrugginiti chiusi da catene senza chiavi.

Non mi resta che andare avanti e vedere i resti dei prati spuntare alla congiunzione delle strade, quasi un segnale o forse solo stanchezza. Oltre i cancelli un verde rinsecchito senza erba o altri segni di vita, senza forma né contenuto.

Ogni tanto cataste di mattoni che non servono più a niente. Torri che saranno abbattute dal tempo e dall’uomo. Da un’altra parte scacchiere di luci basse, silenziose e senza voce, aspettano di essere consumate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...