# partenza n.59

Aveva l’abitudine di svegliarsi molto presto al mattino. Così presto che gli unici rumori nella casa erano i suoi passi sul pavimento e il respiro attento per non svegliare gli altri. Oltre alle solite cose aveva la necessità di leggere subito qualcosa.

Le pagine di un libro per una mezz’ora gli facevano costruire una barriera tra lui e quello che avrebbe dovuto fare. Pagine per trovare un senso. Avrebbe continuato sul treno anche se ogni tanto si addormentava cominciando però subito a sognare per non interrompere il racconto.

Alcune mattine riusciva perfino a vedere la trasformazione dei colori, dal nero assoluto all’arancione e al verde. E verso il nord il bianco della neve.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...