# partenza n.25

Era di sabato, dentro un paese a sua volta contenuto in una città che con palese propulsione esplodeva fuori dai propri limiti naturali incollandosi lungo i confini di una regione.

Forse era una notte di quel colore che solo da giovane ti può sembrare come il buio dell’apocalisse.

Quando con scarsa esperienza e con eccessive letture la voragine si apriva, rimaneva nella coscienza con noncuranza a fissarti demente e instabile. Fino alla fine una sequenza sembrava manifesta, inutile come la maggior parte dei movimenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...