# partenza n.22

Ogni tanto usciva dalla sua stanza dove passava ore senza confini. Cominciava quando iniziava la raccolta della carta nei cestini e finiva con i segnali della vita notturna, ben oltre la fine dell’orario di lavoro delle persone comuni.

Non sembrava smettere mai. In apparenza era un uomo dai saldi principi e dalle scarse illusioni anche se a volte i termini sembravano capovolgersi. Si comportava come se la sua voglia di evoluzione nascondesse un segreto. Con una sequenza perfetta di movimenti arrivava con la sua fretta fatta di passi lunghi e volitivi. Travolgeva chiunque si trovasse davanti, uomo o donna non importava, purché di grado inferiore al suo.

La parità e la giustizia erano salve, i suoi passi pieni di rumore. Disturbava. Guardava con fastidio e non salutava mai.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...