# partenza n.19

Il titolo di quella notte potrebbe essere “La notte e il comune” oppure il ricordo preciso di quello che accadde. Di quello che accadde sui gradini. Ma potrebbe anche essere un gran miscuglio di cose che si erano intrecciate a formare una matassa di cui non sarebbe mai riuscito a trovare il capo.

Nonostante gli sforzi e la fatica, nonostante il sudore. Senza tregua potrebbe essere il titolo alternativo. Un’aria fredda saliva dal porto fino ai gradini dov’era seduto proprio accanto alle colonne ai lati della facciata e alle porte chiuse che nessuno avrebbe mai visto aperte. C’era il tempo, allora ben fornito, il lusso di metterlo in un angolo senza tenerne conto.

Proprio in quel modo, seduto a guardare la città che scendeva dietro la curva di sinistra e saliva in quella dalla parte opposta, sentiva i gabbiani e il loro canto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...