# partenza n.18

Un ambiente spazioso, da un lato il bancone dall’altro lunghissimi scaffali. File di ogni tipo in un’infinita sequenza di colori. Poteva passarci delle ore a estrarre le copertine una ad una, controllare i brani, la lista dei musicisti, le date, le durate dei pezzi.

A immaginare i suoni, a sentire la sollecitazione della creatività in una magia che non si fermava ma spaziava oltre ogni limite a diventare un sogno che comprendeva tutto. E il tutto era lì a portata di mano, dentro la testa, gli riempiva il cuore cancellando ogni delusione e ogni dolore.

Prima il tempo delle rinunce, poi il gusto dell’immersione dentro al negozio. Ma la cosa più importante era la compilazione della lista.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...