# partenza n.4

Se non avesse avuto niente da fare avrebbe anche potuto stare ad aspettare in quella fila insopportabile. Alcune persone erano lì da due ore, lo aveva sentito dire da due uomini di una certa età che chiacchieravano tra di loro solo per fare passare il tempo anche se non avevano niente da dirsi.

Era mezza mattina e non aveva nessuna voglia di stare in quel posto in fila indiana senza neanche poter vedere l’ingresso. Un miraggio da raggiungere lentamente sotto il sole di inizio primavera. Ogni tanto qualche voce dall’interno richiamava la fila come una frustata. Tre fuori, tre dentro, massimo dieci persone.

Calcolò che avrebbe dovuto stare in piedi almeno due ore accostato al muro in mezzo a tutta quella luce e senza parlare con nessuno. Aveva altre cose da fare, non certo urgenti, eppure sentiva di non poter rimandare quei riti diventati ormai essenziali per sopportare senza contraccolpi una situazione inusuale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...